Messaggio

Crisi economica: lettera da una nostra lettrice

Posta
Stampa
(3 voti, media 5.00 di 5)
Share

L'Italia non si sveglia soltanto sotto il gelo dell'inverno ma con il cuore congelato dalle notizie.

Mentre la Fornero si asciuga le lacrime, gli italiani si preparano i pacchi di carta igienica. Il panico aumenta nelle famiglie dove già il portafoglio è al limite della disperazione. Pensionati che mantengono figli e nipoti sono ormai quasi al lastrico, caricandosi di problemi che non dovrebbero affrontare. Non sono momenti dove possono godersi la pensione e andare tranquillamente a fare una piccola vacanza.

I sacrifici sono maggiori di quelli precedenti visto che devono mantenere due famiglie. Mentre lo spread cala, la pressione sanguigna dei cittadini si alza... già alle prime ore del mattino con una pompa di benzina in mano. Per la categoria di persone che sono in cassa integrazione da un anno e non hanno preso un euro perché l'azienda è fallita non si è fatto cenno, eh sì... Il popolo italiano è in mano a un "Governo Tecnico", speriamo che sia soprattutto nelle mani del buon Dio.



Santy Giuliano

WeWrite, anno II, n. 11, dicembre 2011