WeWrite

La rivista che ti ascolta

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
Messaggio
  • EU e-Privacy Directive

    Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy.

    Cookie Policy

    Leggi ulteriori informazioni sulla e-Privacy Directive

Home

I tempi di recupero tra sessioni di allenamento e all’interno di uno stesso allenamento

E-mail Stampa PDF
(3 voti, media 4.00 di 5)

Sport: tempi di recuperoI tempi di recupero tra una sessione di allenamento e un’altra e all’interno di uno stesso allenamento sono molto importanti. La respirazione, gli esercizi di stretching, la reintegrazione di liquidi e il riposo sono i vostri alleati per poter riprendere di slancio.
Il recupero è fondamentale per mantenere prestazioni sportive soddisfacenti e per evitare infortuni
. È in questa fase, infatti, che i muscoli si riparano e si sviluppano. Un allenamento troppo intenso o l’assenza di pause tra una sessione e l’altra rischia di provocare un sovraffaticamento che può avere effetti dannosi per l’organismo.

È buona prassi non allenare mai due giorni di seguito lo stesso gruppo muscolare. Per valutare se si è recuperato, è spesso sufficiente ascoltare il proprio corpo. Se siete stanchi, se vi sentite affaticati, allora non è il caso di allenare ancora gli stessi muscoli. Se avete corso e vi fanno male le gambe, non correte di nuovo fino a quando non vi sentire bene come prima della sessione di allenamento. Potete allenarvi diversamente, ad esempio alternando l’esercizio anaerobico a quello aerobico, sempre purché non affatichiate lo stesso gruppo muscolare. Nell’esempio di prima, sconsigliamo quindi di fare flessioni sulle gambe. Flessioni delle braccia e addominali andranno invece benissimo.

All’interno dello stesso allenamento è più difficile capire se è opportuno fare una sosta e di quanti minuti. Anche in questo caso, la prima indicazione e forse la più importante, la dà l’ascolto del proprio corpo.

Se i muscoli o le articolazioni vi fanno male, fermatevi e respirate. Inspirate dal naso ed espirate dalla bocca. Se state correndo, non fermatevi completamente ma camminate. Se state nuotando, fermatevi un momento a bordo vasca. Con l’allenamento, forzando di poco tra una pausa e l’altra, accorcerete i tempi di recupero.

Fate allungamento muscolare prima e dopo una sessione di allenamento e anche tra sessioni di allenamento. Bevete molta acqua.  Riposatevi. E ripartite, pronti per un altro allenamento.

 

Ivan Libero Lino

WeWrite, anno IV, n. 2, febbraio 2013

 
Scritto il 30 Agosto 2010, 20.04 da Jacopo La Posta
artisti-emergenti-someoneNon è un volto, non è un nome, non è un'identità. Someone non è un dato anagrafico, non è una casa con quattro mura in una...
Scritto il 03 Luglio 2010, 14.06 da Estefania Morales Benítez
spagna-dalle-aule-universitarie-allufficioClassificazione dell’università spagnola – Il sistema universitario spagnolo include due tipi di istituzioni: le università...
Scritto il 05 Giugno 2011, 10.07 da Sara Sirtori
la-sfida-delle-cento-cose«Il valore di un uomo si misura dalle poche cose che crea, non dai molti beni che accumula». (Kahlil Gibran). Tutto...
Scritto il 13 Marzo 2010, 00.00 da Federica Abozzi
la-sicurezza-targata-rosaVivere la notte in piena tranquillità: questo si propone il servizio taxi rosa. L’iniziativa, promossa nel mondo da qualche...

Guarda le foto della community di WeWrite

sbahn
Scritto il 30 Agosto 2010, 20.17 da Olivier Gasperoni
scuola-di-gommeSe vi dovesse capitare di viaggiare tra Gerusalemme e Gerico non potreste fare a meno di notarla: è la scuola di gomme, un...
Scritto il 29 Aprile 2010, 20.47 da Olivier Gasperoni
mobilita-sostenibile-qualcosa-si-muove«E pur si muove», come fece dire nel Settecento il giornalista Giuseppe Baretti al ben più celebre Galileo Galilei, nella...
Scritto il 06 Dicembre 2010, 14.55 da Michela Maffei
lavoro-irregolare-a-nataleNero o sommerso? – Questa non è una protesta, mentre l’Italia si scalda al fuoco appiccato alla cultura attraverso i tagli...
Scritto il 17 Febbraio 2011, 08.15 da Evelina Guerreschi
coco-chanel-un-lungo-anelito-alla-liberta«Ad appena vent’anni ho fondato una casa di moda. Non fu una creazione di un’artista né quella di una donna d’affari, ...
Scritto il 06 Gennaio 2012, 12.50 da Ivan Libero Lino
crowdfunding-in-italia-finanziamenti-progetti-possibilitaFino a qualche anno fa, se avevi un’idea ma non il capitale per realizzarla, non rimaneva che depositare il sogno nel...

Come sarebbe un mondo senz'acqua?

Acqua - Ivan Libero Lino