WeWrite

La rivista che ti ascolta

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
Messaggio
  • EU e-Privacy Directive

    Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy.

    Cookie Policy

    Leggi ulteriori informazioni sulla e-Privacy Directive

Home Tecnologia Dieci consigli pratici per diventare bravi con le macchine fotografiche digitali

Dieci consigli pratici per diventare bravi con le macchine fotografiche digitali

E-mail Stampa PDF
(1 voto, media 5.00 di 5)

Dieci consigli pratici per diventare bravi con le macchine fotografiche digitaliEconomiche, leggere, di qualità: è così che potremmo definire le macchinette digitali compatte. Ecco dieci consigli pratici, a cui magari non avevate mai pensato, che potranno aiutarvi a scattare delle foto semplici, ma d’effetto.





1.Leggete il manuale di istruzioni.
Non lasciatevi ingannare dal basso prezzo o dall’obiettivo non particolarmente potente
: dopo un’attenta lettura del manuale di istruzioni, scoprirete che la vostra macchinetta è in grado di fare cose che pensavate essere appannaggio esclusivo dei fotografi professionisti.


2. Attenzione alla fonte luminosa!
Assicuratevi di avere la fonte luminosa (il sole, un lampione) alle vostre spalle
: questo eviterà che i soggetti della foto vengano in ombra, coi soli contorni in luce.

3. Mettetevi comodi.
Perché la foto venga bene è indispensabile tenere la macchina fotografica più stabile possibile. Cercare la posizione che più vi fa stare comodi: se siete seduti, appoggiate i gomiti sulle vostre ginocchia, o su un tavolo; se invece, come più spesso accade, siete in piedi tenete le gambe leggermente divaricate, il busto dritto e le braccia ben ferme.

4. Messa a fuoco.
La “messa a fuoco” è fondamentale per evitare che la foto venga “mossa”, cioè non nitida.
Nella maggior parte delle compatte digitali è sufficiente tenere premuto il pulsante di scatto per metà: un lieve suono, o dei piccoli segnali rossi sullo schermo, vi avviseranno che l’immagine è a fuoco e che potere scattare la foto.

5. Batteria sempre carica.
Pile o batterie che siano, tenetele sempre a portata di mano
, soprattutto se siete in viaggio o ad un’occasione importante di cui non volete perdere neanche un momento.

6. Foto di notte.
Fare foto durante le ore notturne, con una luce inadeguata o quasi del tutto assente, può essere difficile se avete una macchina compatta, specie se economica. Cercate di avvicinarvi quanto più possibile al soggetto che volete immortalare, e date  un’attenta lettura al manuale d’uso per vedere quale modalità è preferibile usare in condizioni di scarsa luce.

7. Scattate varie foto di una stessa scena.
Cambiate l’angolatura, modificate la modalità di scatto
: con la fotografia digitale non c’è più limite alle foto che potete fare!  Lo scattare più foto di una stessa scena vi permetterà di scegliere la vostra preferita fra quelle fatte , e sarà anche un utile esercizio per prendere maggiore confidenza con la macchina.

8. Guardate le foto degli altri.
Che siano foto d’autore o del vostri amici non ha importanza: il guardare immagini di altre persone aiuta a vedere scene e paesaggi scattati in modo diverso da come avremmo fatto noi. Non potremo fare a meno di imparare ogni volta qualcosa di nuovo.

9. Il fascino della spontaneità.
Una bella foto è, senza ombra di dubbio, quella che trasmette delle forti emozioni, o che rimanda a degli attimi indimenticabili: in queste foto la naturalezza dei soggetti è il fattore determinante.

10. Portate la macchinetta sempre con voi!
Il grande pregio degli apparecchi compatti sta nel fatto che possono sempre essere messi in una borsa o nella tasca di una giacca senza alcuna difficoltà. Approfittatene dunque per portare le vostre macchine digitali sempre con voi, e immortalare ogni scena vi colpisca.

Mariafrancesca Guadalupi

WeWrite, anno III, n.10, ottobre 2012