WeWrite

La rivista che ti ascolta

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
Messaggio
  • EU e-Privacy Directive

    Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy.

    Cookie Policy

    Leggi ulteriori informazioni sulla e-Privacy Directive

Home Società Ambiente Car Free Days: vivere senza auto è possibile

Car Free Days: vivere senza auto è possibile

E-mail Stampa PDF
(2 voti, media 5.00 di 5)

Car free dayÈ possibile rinunciare completamente all’automobile? Per la maggior parte di coloro che vivono in zone in cui i servizi per il trasporto pubblico non si rivelano particolarmente efficienti, decidere di fare per sempre a meno dell’auto può rappresentare un miraggio irraggiungibile, in particolare se vi è la necessità di percorrere lunghe distanze per raggiungere il luogo di lavoro e se non sono presenti alternative praticabili.

Impegnarsi a dimenticare l’automobile in garage, magari per un solo giorno alla settimana, con particolare riferimento al weekend, forse non rappresenta un’impresa del tutto impossibile. Rinunciarvi una volta all’anno, per riflettere riguardo alle possibilità offerte dalla mobilità sostenibile nel proprio luogo di residenza, rappresenta di sicuro un’opzione praticabile.

Ecco che dunque nel mondo, con modalità differenti, negli ultimi decenni è iniziata la promozione dei Car Free Days, le giornate senza auto, da trascorre in nome di uno stile di vita più sostenibile e nel tentativo di limitare l’inquinamento urbano dovuto al traffico automobilistico. La versione italiana dei Car Free Days internazionali potrebbe essere identificata con le “Domeniche A Piedi”, di tanto in tanto promosse in alcuni capoluoghi di regione e spesso oggetto di proteste di varia entità, che contribuiscono purtroppo a trasformare la possibilità di rinunciare all’auto, anche per un solo giorno, in una vera e propria utopia.

A sostegno dei Car Free Days, a livello internazionale, troviamo World Carfree Network, una rete internazionale formata da circa novanta organizzazioni e da numerosi privati cittadini che si impegnano nella promozione di alternative alla dipendenza dall’automobile ed alla progettazione di spostamenti che prevedano di farne a meno, utilizzando in sua sostituzione mezzi di trasporto maggiormente sostenibili, quali biciclette, treni e mezzi pubblici.

Lo scopo principale di tale rete internazionale consiste nel promuovere un miglioramento degli stili di vita, riducendo nel contempo l’impatto umano sull’ambiente naturale. Nel mondo ricorre ogni anno una giornata ufficiale da trascorrere senza auto. Si tratta del World Carfree Day, un appuntamento fissato in data 22 settembre, a cui è possibile aderire con iniziative organizzate a livello locale o personale.

Altre iniziative analoghe vengono indette ogni anno in tutto il pianeta da parte di numerose associazioni impegnate a promuovere la mobilità sostenibile. Una delle soluzioni per rendere effettivo il proprio impegno nell’abbandonare gradualmente l’uso – ma soprattutto l’abuso – dell’auto consiste nel pianificare nei dettagli gli spostamenti alternativi possibili per un determinato giorno alla settimana, in modo tale da non trovarsi in difficoltà e da contribuire così a diminuire almeno in parte l’inquinamento del luogo in cui si vive.

Marta Albè

WeWrite, anno IV, n. 3, marzo 2013