WeWrite

La rivista che ti ascolta

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
Messaggio
  • EU e-Privacy Directive

    Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy.

    Cookie Policy

    Leggi ulteriori informazioni sulla e-Privacy Directive

Home

Consigli pratici per chi va in vacanza

E-mail Stampa PDF
(7 voti, media 3.29 di 5)

Crociere low costCi siamo.  Nelle principali città italiane il termometro segna 30 gradi (con qualche sporadico temporale, solitamente mentre state giocando a tennis): è piena estate
Con la massima umiltà che mi sia concessa, mi permetto di augurare buone vacanze a tutti i lettori, insieme a qualche breve consiglio per renderle il più possibile rilassanti e divertenti.
Spoiler Alert: si tratta di consigli umoristici, da prendere quindi tremendamente sul serio.

Non esagerate con i low-cost – Sia benedetto il low-cost!  Volare a prezzi abbordabili è una gran cosa, e ci dà la possibilità di risparmiare per altri aspetti della vacanza; ma a volte si esagera. Se l’offerta vi sembra troppo vantaggiosa, potrebbe esserci sotto qualcosa.  Nel 2004, una coppia di Tropea  trovò un volo per i Carabi a 5 €, andata e ritorno: si trattava di una truffa. L’aereo nemmeno decollò, la compagnia portò i nostri eroi a destinazione spostando la crosta terrestre fino a raggiungere il mare e da lì si imbarcarono (a poco prezzo) su una nave da crociera. Una crociera Low-Costa. Alla fine ci misero così tanto ad arrivare che riuscirono a concedersi tre minuti e mezzo di mare, poi dovettero tornare a casa.

AbbronzaturaAnguria

Piano con l’abbronzatura! – Due anni fa, un artigiano della Valtellina prese così tanto sole sul Mar Rosso che, al suo ritorno, i familiari lo scambiarono per un armadio scuro in legno massello che avevano ordinato qualche mese prima. Per non contraddirli, rimase immobile in salotto fino al ritorno del suo colorito naturale (novembre inoltrato).

Non fate i fenomeni con i racchettoni – Se per undici mesi il vostro sport più estremo è stato scolare i fusilli, evitate di improvvisarvi funamboli del litorale. Vi riporto un esempio: nell’agosto del 2010, un commercialista di Vimercate in ferie alle Canarie, per far colpo su una polacca di passaggio, improvvisò una volée in torsione e si insabbiò in riva al mare; rimasero in aria solo le gambe. Passò così tutto l’inverno, e con l’apertura della stagione estiva si rese utile come “appendi-asciugamani”. La moglie invece andò in montagna.

Consigli flash L’anguria è buona e fa bene, ma ricordatevi di sbucciarla; ricordatevi di quest’articolo per scherzare con gli amici sotto l’ombrellone; stampate questo pezzo e dategli fuoco per creare il più bel vulcano di sabbia di tutta la spiaggia! E se sentite delle urla… spostatevi, è il commercialista.

Francesco Messina

WeWrite, anno II, n. 7, luglio 2011